Home Rete e dintorni

Rete e dintorni

rete 2 GENESI DELLA RETE di Andrea Di Cesare Per quali motivi è nata la Rete? Per quali motivi si è espansa, e linguaggi come l’html sono tramontati? Siamo certi che la Rete di oggi sia l’espressione degli intenti per cui essa è nata? L’espressione che ha assunto oggi, non è forse un tradimento degli ideali delle origini? @@@ Non siamo qui – così fiduciosi e ingenui – pronti a credere che non vi fosse un piano pre-stabilito. Che non vi fossero Forze Occulte e Sovversive pronte ad intervenire, a calare sulla preda, non appena essa fosse diventata interessante, e di facile cattura. Il piano si prospettò molto interessante, da quando fu lanciato il World Wide Web. Ma siamo anche portati a credere che, già prima della nascita del WWW, il piano di sfruttamento di quella entità (la Rete Globale) ancora in via di sviluppo, vedesse in lontananza gli esiti finali cui la Rete sarebbe giunta, premeditando le varie TAPPE a cui – i pianificatori del Nuovo Ordine Mondiale – dovevano per forza sottoporre la Rete, e tutti i suoi ignari – inconsapevoli ed entusiasti, fra i quali il sottoscritto – operatori dell’html. @@@ Da quella che era nelle Origini, la Rete si è progressivamente trasformata in strumento di predominio e assoggettamento. I fautori del Nuovo Ordine Mondiale hanno lasciato alla vecchia Rete la possibilità di espandersi in maniera non controllata sino all’avvento del linguaggio di programmazione dinamico, il .php, che esige precise e specifiche capacità tecniche, in mano solo ai programmatori. Prima d’allora, la Rete era un luogo di libertà e di espressione mediati dal tramontato linguaggio html, accessibile anche a chi di informatica si intendeva poco, e voleva dire la sua, dare il proprio contributo libero e creativo all’espansione del sapere, dell’arte, dell’informazione sul Web. I teorizzatori della Libertà e Democrazia della Rete (Google) erano essi stessi emanazioni del Nuovo Ordine Mondiale, (finti) fautori di una Libertà d’espressione che veniva foraggiata con la possibilità (user friendly) di creare infiniti siti in html. I fautori del Controllo Pervasivo, lasciarono preventivamente una quindicina d’anni di ossigeno, di respiro a tutti coloro che contribuivano ad espandere la rete, facendo crescere – col proprio lavoro gratuito e disinteressato – motori di ricerca come Google che, a scadenza ultimata, si trasformarono in persecutori e aguzzini. Perché il controllo pervasivo si potesse attuare, necessitava che tutti i singoli cadessero nella Rete, e necessitava che la Rete si ingigantisse sempre di più. A questo scopo, l’hanno fatta ingigantire con l’inconsapevole, gratuito ed entusiastico lavoro di miliardi di singoli operatori dell’html. Per poi – a tempo debito – piombare sulla Società interconnessa come una mannaia, la mannaia del Mercato Totale.

Andrea Di Cesare

2017

© Andrea Di Cesare, 2017

SPY CHIPS

SPY CHIPS Katerine Albrecht – Liz Mcintyre Arianna Editrice, 2008 introduzione di Bruce Sterling     UN MONDO DI SCONTI E DI ILLUSIONI   SPY CHIPS, ovvero, la nuova frontiera dello spionaggio...

QUANDO L’INFORMAZIONE NASCE IN FUNZIONE DELLA PUBBLICITA’

IL FUTURO DEI GIORNALI QUANDO L’INFORMAZIONE NASCE IN FUNZIONE DELLA PUBBLICITA’ Prendo spunto da una serie di articoli apparsi su New Tabloid – giugno-luglio 2014 -...

Pubblicità … Progresso?

Pubblicità … Progresso? La sera scorsa stavo conversando tranquillamente con un amico, narrandogli di una situazione, non proprio confortante, che sto vivendo nei confronti di...

L’INSICUREZZA genera ILLUSIONI e amicizie fasulle

L’INSICUREZZA genera ILLUSIONI e amicizie fasulle   Nel Mondo Liquido postulato da Bauman, essendo venuto a mancare un centro, una polarità capace di far convergere le...

LA DERIVA DEL WEB E LA DERIVA DELLE NOSTRE INTELLIGENZE

LA DERIVA DEL WEB E LA DERIVA DELLE NOSTRE INTELLIGENZE questo articolo ha un carattere storico. scritto nel 2012, epoca in cui ci si iniziava...

LA CULTURA E LA POLITICA DEGLI ULTIMI VENT’ANNI

LA CULTURA E LA POLITICA DEGLI ULTIMI VENT’ANNI (2012)     Che tristezza. Vent’anni, che assomigliano a un ventennio di triste memoria, in Italia, hanno azzerato la cultura. Da...

LA NOSTRA TESTA NON E’ UN MICROCHIP

LA NOSTRA TESTA NON E’ UN MICROCHIP ... nel 2012 si iniziava a comprendere che la bolla stava esplodendo... In un mondo sempre più virtuale, sempre...

FACEBOOK, ovvero, il GOLEM

FACEBOOK, ovvero, il GOLEM CREATIVITA’ E CULTURA DEL NUMERO (2005)   Non si può più solo supporre, ma ormai abbiamo la certezza che, dietro fenomeni macroscopici che...

LA MIA “PORNOGRAFIA”

LA MIA "PORNOGRAFIA"     Ho deciso di utilizzare il vasto materiale presente in Rete, per riprodurre nei miei quadri scene cosiddette "pornografiche". Il materiale reperibile in...

IL LINGUAGGIO CIFRATO DEL DIONISIACO

IL LINGUAGGIO CIFRATO DEL DIONISIACO MOTIVI PER CUI NON PUO’ PIU’ NASCERE UNA NUOVA GENERAZIONE DI “INTELLETTUALI” DEGNI DI QUESTO NOME   La perdita dei confini individuali...
- Advertisement -

Latest article

LO SGUARDO DI UN DURO

LO SGUARDO DI UN DURO   Ci sono i duri fasulli. Poi ci sono quelli veri. Ci sono i duri fasulli, che hanno maniere e parole da duri. Ci...

PROFONDO VIOLA – MOSTRA di ANDREA DI CESARE

"PROFONDO VIOLA" Personale di Andrea Di Cesare Cup Cafe' - Via Turati, 3 - Milano vernice: sabato 16 settembre 2017 - ore 18 "PROFONDO VIOLA" Personale di Andrea Di...

FRIEDRICH GLAUSER – STUDER la MORFINA il MANICOMIO

FRIEDRICH GLAUSER – STUDER la MORFINA il MANICOMIO Risale a circa una trentina d’anni fa la mia lettura delle avventure/disavventure del Sergente Studer, il personaggio...