MERDA CAZZO CULO – LA LITTIZZETTO FA AUDIENCE IN PRIMA SERATA CON LE PARTI BASSE DELL’INTELLETTO

0
© Gian Mattia D'Alberto/LaPresse 23-10-2011 Milano spettacolo trasmissione "Che tempo che fa" nella foto: Fabio Fazio, Luciana Litizzetto © Gian Mattia D'Alberto/LaPresse 23-10-2011 Milan "Che tempo che fa" tv show in the photo: Fabio Fazio, Luciana Litizzetto

MERDA CAZZO CULO – LA LITTIZZETTO FA AUDIENCE IN PRIMA SERATA CON LE PARTI BASSE DELL’INTELLETTO

(2012)

Che differenza c’è tra il culo mostrato, e il culo declamato? Che differenza c’è tra un culo mostrato nella vecchia trasmissione “Colpo Grosso”, che diede vita a quella Italia o Italietta che deragliò politicamente e socialmente in quei 17 anni di potere che speriamo di aver dimenticato, e il culo che la Littizzetto ama tanto citare, per dare “spessore” a dei testi che, di spessore, non ne hanno?

Il culo in prima serata, da molti anni, fa audience. Poco importa se, a richiamarlo alla mente, sia una immagine o una parola. Il culo è il culo!

Diciamo che a certa classe intellettuale orientata al TERZO CANALE DI STATO fa orrore, fa scalpore il culo mostrato, come segno di quel potere (politico, economico) che si citava prima, che ha imperversato in Italia per 17 anni, e preferisce ascoltare delle “minchiate” dal sapore di satira politica, pur di non cedere alla tentazione di vedere un culo vero, volgare, rotondeggiante, quale segno di una Italia decadente, magari su Striscia.

Ma dobbiamo ammetterlo: il pubblico di Che Tempo Che Fa è pur sempre un pubblico di voyeurs, voyeurs uditivi, ben inteso, che, ahimè, si contentano di una parolaccia.

Cosa è più decadente, in TV, quale simbolo intellettuale e culturale di una Nazione allo sfascio: il culo mostrato, o quello declamato?

 

©, 2012

cicapui cicapui cicapui cicapui cicapui cicapui cicapui cicapui

Condividi l'articolo sui social

LASCIA UN COMMENTO